Presto Internet Explorer 8

In contemporanea con la release di 6 importanti patch per Windows e una per IE7, arrivano le prime parole sulla prossima versione del browser di Redmond che, come previsto, si chiamerà Internet Explorer 8.

Tra le patch di prossimo arrivo da Microsoft, previste per l’11 dicembre, spuntano anche alcune riparazioni da effettuare su Internet Explorer 7, mentre da Redmond arrivano i primi timidissimi accenni alla prossima versione del browser.

Le patch che arriveranno direttamente sul desktop a quanti hanno impostato l’aggiornamento automatico di Windows prevedono, oltre al consueto aggiornamento mensile del Malicious Software Removal Tool, la riparazione di almeno 6 importanti problemi definiti con un massimo di «critical» dall’azienda: trattasi di update di grave importanza che richiedono il riavvio del computer al loro termine. Più atteso comunque sarà l’altro aggiornamento che arriverà nella stessa data, relativo al browser di Microsoft, anch’esso etichettato come Critical e anch’esso richiedente un reboot del sistema per entrare in funzione.

Gli aggiornamenti interverranno sul browser, ma anche su DirectX (anche nella versione 10 per Windows Vista), DirectShow e sul Windows Media Format Runtime usato in Windows Media Player.

Contemporaneamente arrivano anche notizie sul futuro del browser più utilizzato al mondo, Internet Explorer. La sua prossima versione si chiamerà Internet Explorer 8, come era ampiamente previsto, senza che ci siano dunque variazioni nella tradizione di nomi dei software di Redmond, ma di più non è stato dichiarato. È stato lo stesso Bill Gates a parlare in uno speech alla Mix and Mash conference di Redmond, riservandosi di dare maggiori informazioni all’omonima conferenza di Marzo 2008.

Parallelamente il general manager della sezione che si occupa di Explorer, Dean Hachamovitch ha dichiarato su un post del blog ufficiale di IE: «Se parliamo di supporto, il bicchiere già è mezzo pieno. IE 8 aggiunge molte funzioni che prima non avevamo anche se non aggiunge tutto ciò che gli altri vorrebbero avessimo. Sentirete presto altre notizie da noi, ma nel frattempo non scambiate il silenzio per riposo».

 Fonte: webnews.it




    Lascia un commento

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: