Acchiappafantasmi in HD

Primi assaggi giocati da Ghostbusters

È noto da qualche giorno che il videogioco di Ghostbusters sarà realtà, grazie all’impegno congiunto e straordinario di Vivendi Games, Sony Pictures e dello sviluppatore texano Terminal Reality. Recentemente abbiamo avuto la ghiotta occasione di visitarne gli uffici, nei pressi di Dallas, e lì abbiamo attinto nuove informazioni sul gioco e ne abbiamo provato di persona un breve assaggio su Xbox 360.

Seguito ideale dei due film usciti una ventina d’anni fa, ed entrati nella leggenda per gli appassionati del filone fantascientifico/paranormale, il videogioco di Ghostbusters si presenta come una miscela di azione e sparatutto, mostrato a schermo con una visuale alle spalle del protagonista, uno dei mitici acchiappafantasmi.
Riprodotti fedelmente come modelli tridimensionali all’interno del gioco, troviamo i protagonisti di allora che abbiamo conosciuto sul grande schermo (gli attori Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis e Ernie Hudson) e un’altra ottima notizia riguarda la sceneggiatura, curata ancora una volta da Dan Aykroyd e Harold Ramis, garanzia di dialoghi ironici e scoppiettanti (aspettiamoci una completa localizzazione in italiano) e di una massima fedeltà al feeling tipico della serie.
Un seguito, dicevamo, ambientato ancora a New York due anni dopo gli eventi dell’ultimo film e una volta ancora la Grande Mela sarà minacciata da una tempesta di attacchi ectoplasmatici. A risolvere la situazione verrano ovviamente chiamati i nostri eroi, in un’escalation di situazioni sempre più impegnative e d’altro canto improbabili.
Visivamente – per quanto concerne le versioni Xbox 360, PlayStation 3, PC – il gioco si attesta su livelli qualitativi piuttosto interessanti: questo per merito di un buon lavoro a livello artistico e soprattutto della tecnologia messa in campo da Terminal Reality, particolarmente efficace nel gestire la fisica degli elementi. Questo è un aspetto cruciale in un gioco in cui, dando la caccia ai fantasmi con il mitico Proton Pack e con altre armi speciali (come un raggio congelante), si manda all’aria e in frantumi, spesso e volentieri, ogni elemento e arredo presente nello scenario.
Diverso il discorso per le versioni PlayStation 2, Nintendo DS e Wii, in cui i nostri eroi sono disegnati in stile “super-deformed” e con una grafica decisamente più semplificata.

In tutti i casi Ghostbusters è atteso nei negozi ad autunno 2008 e per quanto visto e provato rappresenta un sogno che si realizza nelle edizioni PlayStation 3, Xbox 360 e PC: mai nessun altro gioco, infatti, aveva reso così fedelmente su una console o il PC l’esperienza diretta, viva e appassionante delle avventure degli acchiappafantasmi! Su Xbox 360 abbiamo provato a catturare il celebre ectoplasma verde Slimer ed è stata un’esperienza divertente, impegnativa al punto giusto e soprattutto fedelissima a quello che qualunque spettatore o fan del film si aspetta da un gioco che intende calare il suo fruitore nei panni dei Ghostbusters!

 Fonte: tgcom.mediaset.it




    Lascia un commento

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: